Esperienza didattica nella “Lunigiana Arborea” - storia ed aggioramenti

L'esperienza didattica che presentiamo è una scelta che l'A.Di.P.A. della Lunigiana ha ritenuto prioritaria come intervento sul territorio e riguarda il rapporto con le scuole. Considerato che siamo al secondo anno dell'iniziativa, riteniamo sia arrivato il momento dell'informazione e della condivisione  con i soci dell'A.Di.P.A. di questa esperienza tuttora in atto.

Articoli a cura di Lucia Massagni 

Abbiamo iniziato a febbraio e concluso a giugno dell'anno scolastico 2014-2015 con una scuola vocata sul territorio: l'Istituto Statale “Parentucelli-Arzelà” di Sarzana, previo incontro con la responsabile dell'Istituto Wilma Petricone che ha autorizzato l'iniziativa e nominato come responsabile del progetto per la scuola l'insegnante agronomo Paolo Peparini. Abbimo convocato un'assemblea congiunta alla quale hanno partecipato gli allievi del 3° e 5° anno dell'Istituto, gli insegnanti agronomi, gli insegnanti tecnico-pratici e i rappresentanti dell'A.Di.P.A. Maurizio Lunardon, Rsponsabile della sezione Lunigiana e la sottoscritta Lucia Massagni che coordina l'attività didattica per l'Associazione.

Il nostro Maurizio Lunardon, con una relazione ampia ed esauriente corredata da video, ha fatto una panoramica dettagliata riferita alla pianta orticola in oggetto: “il pomodoro” e ha sottolineato gli obiettivi a breve e a lungo termine che intendevamo raggiungere con la scuola e l'ambiente circostante. Nel corso di detta assemblea sono stati consegnati alla scuola 110 bustine di semi di pomodoro come patrimonio da seminare, conservare e riprodurre.

Abbiamo data l'avvio ai lavori con le semine, seguito gli allievi nel ciclo produttivo e nell'organizzazione del lavoro. Abbiamo fornito i semi a due aziende biologiche del territorio, una di Marinella e una di Sarzana dove gli allievi del 5° anno fanno tirocinio. Nonostante le difficoltà, incidenti di percorso e l'interruzione dell'atività scolastica nel periodo estivo, abbiamo allestito un banchetto congiunto A.Di.P.A., e Istituto Arzelà con 40 tipi di pomodori per la manifestazione annuale del 16/8/2015 a Pontremoli.

Hanno partecipato alcuni allievi della scuola con i loro genitori. Abbimo scoperto un pomodoro endogeno di Sarzana che si tramanda da padre in figlio da generazioni che abbiamo chiamto “anton” dal nome dell'ultimo discendente Antonio. Di questo pomodoro abbiamo recuperato i semi.

Le caratteristiche di questo frutto sono le seguenti: pomodoro rosso di circa 3 hg. Con polpa soda e poche semi, buccia fine, dolce e saporito, buono sia da salsa che da insalata. Nell'a.s. 2015/2016 l'attività iniziata lo scorso anno è stata ripresa dopo che la responsabile della scuola, Wilma Petricone, non solo ha messo in evidenza la bontà del percoso formativo avviato, ma si è adoprata per trovare un terreno in uso vicino alla scuola per esperienze sul campo e lo ha trovato!

Questo terreno che stiamo utilizzando, non solo per il pomodoro, è stato concesso dalla famiglia Ricci di Sarzana, si trova in pieno centro cittadino ed  è delimitato da un boschetto di macchia mediterranea. Sicuramente merita una visita.

Possiamo dire che quest'anno siamo partiti avvantaggiati: 1° dall'esperienza precedente; 2° dall'acquisto di un tunnel da parte della scuola, per le semine e la protezione delle giovani piantine, 3° da un terreno come campo sperimentale. Aggiungo, inoltre, che Maurizio Lunardon e la sottoscritta Lucia Massagni sono stati inseriti ufficialmente nel progetto didattico della scuola che ha come titolo. “A ciascuno l suo pomodoro”.

 

 

alcune immagini della Mostra del Pomodoro 2016 al Castello di Malgrate

 

Quest'anno, Maurizio Lunardon ha consegnato altre 50 bustine di semi alla scuola che, unite al patrimonio residuo dello scorso anno e alle 40 bustine di semi parentali fornite dalla sottoscritta, vanno ad arricchire il patrimonio della scuola che parteciperà con un proprio banchetto alla manifestazione del pomodoro del 21/8/2016 a Villafranca, Castello di Malgrate.

Quest'anno alla due aziende inserite nel progetto, se ne è aggiunta una terza e abbiamo deciso di fornire piante anziché semi e sicuramente una di queste aziende parteciperà alla manifestazione con un proprio banchetto e concorrerà alla premiazione per il pomodoro più grosso.

Tra le iniziative di quest'anno, segnalo che l'A.Di.P.A. si è associata al concorso “AGER-CULTURA, i nuovi esperti del territorio e i custodi degli antiche saperi. Prima edizione” bandito dalla Dirigente scolastica Wilma Petricone, rivolto alle Scuole Medie della Provincia della Spezia. Ha vinto il primo premio la Scuola Media “Jean Piaget”. La cermonia della premiazione è avvenuta il 20/05/2016 nei locali dell'ITC “Arzalà”.

Il primo premio: euro 200 assegnato dalla scuola e 30 piante di pomodoro offerte dall'A.Di.P.A. I premi sono stati consegnati durante un'assemblea attenta e vivace alla quale hanno partecipato ragazzi, gli insegnati delle scuole, la responsabile dell'Istituto e la sottoscritta per l'A.Di.P.A. l'incontro si è concluso in allegria, con un rinfresco offerto dalla scuola e con l'invito a ritrovarsi il 21/ 8/2016 alla manifestazione del pomodoro di Villafranca, Castello di Malgrate.

Per concludere, stiamo procedendo con l'informazione e quest'anno abbiamo preso contatti con alcune Scuole Medie del territorio ligure e toscano per indurre e stimolare conoscenza ed avviare un'esperienza di orti invernali. Pensiamo anche a un percorso formativo futuro a 360° che partendo dai poli scolastici formativi dell'infanzia arrivi agli atenei universitari e altro. Sarà nostra cura tenervi aggiornati sull'argomento.

 

NOTA DI AGGIORNAMENTO RIFERITA ALLE SCUOLE DELLA LUNIGIANA

Cari Soci e amici, con questa breve sintesi vi aggiorno come promesso nel notiziario precedente  sulle scuole che sono coinvolte nell’esperienza che stiamo facendo in Lunigiana. Ci siamo lasciati con la mostra del pomodoro, a Villafranca ( Castello di Malgrate) dove erano presenti due scuole del territorio.

  •  Istituto Parentucelli- Arzela’ ( Sarzana)
  • Scuola Media “ Jean Piaget” di La Spezia.

Quest’anno abbiamo ampliato l’ intervento con le scuole e avviato per progetti, orti Invernali e Primaverili, e dove e’ stato possibile, seminare e/o piantare pomodori per la mostra del pomodoro del 20/08/2017 a Villafranca ( Castello  di Malgrate)

Le scuole che hanno partecipato all’ iniziativa che l’A.D.I.P.A della Lunigiana sostiene con determinazione, sono sei, comprensive delle prime due che possiamo a tutt’oggi considerare storiche: Istituto “Parentucelli-Arzelà e J.Piaget”. Di seguito indichiamo le altre scuole coinvolte:

  • Scuola Primaria “ Don Florindo Bonomi” Fosdinovo (MS) Responsabile Vanello Manuela
  • Scuola Primaria Plesso Caniparola (MS) Responsabile Vatteroni Sabrina
  • Istituto Comprensivo Statale “ISA 13”  Sarzana (SP) Responsabile Daniela Coppola
  • Scuola Materna Statale “ I.Matazzoni” Sarzana (SP) Responsabile CarolaLunardelli

Rimanendo in tema anche quest’ anno la Responsabile dell’ Istituto Parentucelli-Arzelà Vilma Petricone ha bandito il concorso “ AGER CULTURA” rivolto alle scuole medie della provincia di La Spezia e che ha visto vincitrice del primo premio la scuola Media “ Jean Piaget ISA 1 LA SPEZIA “ . Gli alunni guidati dagli insegnanti Bartoletti e Berton hanno realizzato un orto rappresentativo dell’ agricoltura medievale con piante officinali, cereali e altre orticole.

 

 Campi a legumi, piselli e cicerchie

 

Il secondo premio è andato alla prima classe della Scuola Media di Sarzana facente parte dell’ Istituto Comprensivo Statale “ ISA 13” Sarzana (SP).

L’ insegnate Coassin ha guidato gli allievi nell’ allestimento di piante aromatiche armonicamente disposte e la coltivazione di zucche e altre orticole compresi i pomodori forniti dall’ A.D.I.P.A. che presente alla premiazione rappresentata dal presidente della sezione Lunigianese Maurizio Lunardon, ha offerto come premio un’ iscrizione annuale e semi di specie e varietà particolari. Aggiungo che tutte le scuole coinvolte nell’ esperienza in corso  sono state fornite di piante di pomodori e/o semi dall’ associazione.

Le iniziative didattiche anche quest’ anno sono state diverse e interessanti ; per esempio, con l’ istituto “ Parentucelli- Arzela’” si è andati oltre l’ orientamento didattico consueto, ci sono stati incontri con le scuole finalizzate alla conoscenza fra ragazzi e a pratiche sul campo, quali, potature di oliviepitosfori che i ragazzi dell’ Agrario hanno effettuato con i loro insegnanti e un esperto del settore nell’ Istituto Comprensivo Statale ISA 13 nella Scuola di Marinella e  nella Scuola Materna “Matazzoni”.

Concludo dicendo che stiamo predisponendo banche di semi nelle scuole, (al momento pomodoro ceci neri, patate viola antiche locali, e altre orticole).

Il futuro… se c’è… , è nel seme….;e noi seminiamo……

Siamo a disposizione per informazioni più dettagliate.

Colgo l’occasione per ringraziare della partecipazione alle iniziative intraprese i responsabili delle scuole , dei progetti, il personale ausiliare, ragazzi e genitori, senza i quali l’ esperienza non sarebbe stata possibile.  Andiamo avanti.

Appuntamento al prossimo aggiornamento.

Lucia Massagni

Socia e Coordinatrice Didattica per l’ A.D.I.P.A. Sezione Lunigiana Arborea

More in this category: 5° Mostra Nazionale del Pomodoro »